Documentazione SOUND LAB (pannelli elettrostatici)

 

1.Considerazioni sulla stanza: Acusticamente, una stanza è un recinto che può alterare in modo significativo il suono proveniente dagli altoparlanti. Le onde sonore si riflettono dalle pareti, dal pavimento, dal soffitto e dagli oggetti all'interno di una stanza e possono generare schemi di interferenza delle onde udibili. In misura minore, la diffrazione e la rifrazione delle onde sonore causate dagli oggetti in una stanza possono anche degradare il suono. Il nostro obiettivo è ridurre al minimo gli effetti indesiderati della stanza.

2. Trattamento stanza: parlo in generale, perché non tutte le stanze hanno caratteristiche simili e alcuni sembrano addirittura sfidare apertamente i tentativi di "addomesticarli". Rispetto a quest'ultima situazione, una mentalità pragmatica aiuta. Fortunatamente, la maggior parte dei problemi di spazio si arrende all'applicazione di alcune semplici regole empiriche.

A seconda delle dimensioni, della forma e della riflettività della superficie, una stanza può creare una serie di effetti, alcuni desiderabili (come nel caso di un'acustica ricca di musica da sala) e alcuni indesiderabili (effetti a pettine, onde stazionarie, schiaffo, ecc. .). Per vincere la guerra, bisogna conoscere il nemico. Il nostro avversario è l'accumulo di troppa energia riverberante nella stanza. Siamo principalmente interessati a sentire l'onda sonora diretta e non tanto la sua storia passata. Sebbene, l'assenza totale di energia riverberante possa rendere il suono troppo secco, troppo crea l'avversario. Pertanto, il nostro compito è controllare le molte manifestazioni di energia riverberante, non necessariamente per annientarle completamente.

3. Trattamento ottimale della stanza: la maggior parte delle stanze con cui ho lavorato è stata facile da domare. Se la stanza ha degli oggetti come tende, moquette e mobili rivestiti di tessuto, potrebbe non richiedere alcun trattamento speciale. Infatti, se lo smorzamento della stanza è adeguato, i diffusori funzioneranno bene praticamente in qualsiasi posto siano impostati. Gli altoparlanti line-source sono solitamente più facili da configurare rispetto ai diffusori a sorgente puntiforme convenzionali poiché eliminano virtualmente le riflessioni del soffitto e del pavimento. Il mio primo consiglio è di installare gli altoparlanti nella posizione desiderata in una stanza e poi ascoltarli. Se non ci sono problemi udibili, il lavoro è finito.


Ecco alcuni piccoli aggiustamenti che possono essere fatti facilmente per vedere se migliorano il suono:

a. Gli altoparlanti a dipolo irradiano anche dietro di loro. Usa tutto lo spazio che ti puoi permettere. Se gli altoparlanti devono essere posizionati direttamente contro la parete posteriore (la peggiore condizione possibile per un dispositivo a dipolo) la vita non finisce. Semplicemente aumenta la convergenza degli altoparlanti per ridurre le riflessioni dirette verso la parete posteriore. L'angolo di convergenza può essere ampio, nell'ordine da 30 a 40 gradi, poiché i diffusori del Sound Lab hanno un ampio suono a spettro completo all'interno dell'angolo di dispersione. Usa un angolo grande quanto necessario.

b. I modi della stanza "generalmente" causano un "risucchio" a bassa frequenza nel centro geometrico della stanza. Questo non è "generalmente" il posto migliore dove mettere il tuo divano. Dico "generalmente" perché alcune stanze mi fanno sembrare incompetente non seguendo le mie regole. Basta usare questo consiglio come punto di partenza.

c. L'energia a bassa frequenza sembra aumentare vicino alle pareti. Pertanto, se si desidera aumentare l'energia della frequenza dei bassi, posizionare il punto di ascolto vicino a un muro. Posizionando giudiziosamente il divano puoi ottenere il miglior bilanciamento spettrale che ti piace di più.

d. La collocazione rispetto alle pareti laterali non è particolarmente critica con i nostri diffusori. Questo perché uno  zero di energia esiste ai lati degli altoparlanti e poca energia raggiunge le pareti laterali. L'eccezione è l'energia a bassa frequenza, che va ovunque con l'abbandono incauto. I dispositivi acustici per il controllo dei "bassi" devono essere enormi per essere realmente efficaci poiché le lunghezze d'onda sono così lunghe. Dalla lunga e dura esperienza nel cercare di indurre l'energia dei bassi per andare dove voglio io, ho trovato meno frustrante andare là dove si trova spostando il divano o gli altoparlanti (o entrambi in alcuni casi).

e. Come punto di partenza, posiziona i diffusori a circa 3 piedi (90 cm) dalla parete posteriore e posizionali in modo tale che se le linee perpendicolari immaginarie dovessero estendersi dal centro di ciascun diffusore, si incrocerebbero alla tua posizione di testa mentre ti siedi nel punto di ascolto preferito . Inizialmente, posiziona il tuo divano a circa 12 o 16 piedi (3.6 – 4.8 metri) dagli altoparlanti, se possibile. Separare gli altoparlanti di circa 8 piedi (2.4 metri) di distanza, centro-centro. Più ti avvicini agli altoparlanti tato più l'influenza della stanza sul suono è minore. I diffusori Sound Lab hanno una proprietà intenzionale: non sembrano suonare più forte man mano che ci si avvicina a loro (una caratteristica della sorgente di linea). Quindi, puoi sederti accanto a loro senza penalità. Da questo punto di partenza puoi apportare delle modifiche man mano che l'intuizione ti guida. Se ti confondi mentre modifichi la posizione di chi parla e ascolta, puoi sempre impostare il punto di partenza come riferimento e ricominciare da capo.

Per coloro che desiderano fare il trattamento ottimale della stanza, quello che consiglio è   l'approccio "Live End - Dead End": se è nell'ambito di un'installazione, la mia preferenza è rendere l'ascolto della stanza riflettente e dispersivo ("live end"), e dalla parte degli altoparlanti fonoassorbente ("dead-end"). Questo schema richiede che la stanza attorno al punto di ascolto sia riflessiva e dispersiva. Cioè, il muro dietro agli ascoltatori e le pareti laterali fino all'inizio del trattamento di assorbimento consiste di elementi disperdenti come i dispositivi RPG o il semplice approccio menzionato di seguito.

L'estremità assorbente della stanza deve essere trattata sia sul retro che sulle pareti laterali. Le pareti laterali dovrebbero essere trattate leggermente oltre gli altoparlanti per eliminare gli schizzi sulla parete diretta. Questo può anche essere ottenuto con un approccio "fai-da-te" meno costoso se il budget è una considerazione. Ci soffermerò brevemente su questo.

Il "live-end": una parete "disperdente" economica ma molto efficace può essere realizzata montando pannelli 4'x8' di compensato sulla parte riflettente delle pareti della stanza. Tuttavia, invece di posizionarli in piano, il centro (lungo la dimensione verticale di 8 'di ciascun foglio) viene sollevato dal muro di circa 4" (10 cm) mantenendo i bordi contro il muro. Ciò si ottiene tagliando ogni foglio a metà, lungo il Dimensione 8'. Un perno "2x4" montato sul bordo è fissato verticalmente sulla parete, centrato direttamente sotto il taglio, sollevando così il centro del foglio dalla parete, creando un effetto "serpentino" da una vista dall'alto. pannello, meglio è, consiglio i fogli da 3/4 "con il lato esposto finito. Le giunzioni verticali possono essere squadrate per una vestibilità ottimale, oppure possono essere utilizzate strisce di rifinitura per ravvivare le cuciture. Per un'applicazione più sofisticata, effettuare i tagli verticali casualmente anziché al centro di ciascun foglio. Ciò si traduce in un campo riflettente più casuale, rendendo le riflessioni meno specifiche della frequenza.

Il "Dead End" della stanza può essere trattato economicamente da prigionieri di montaggio del bordo verticalmente lungo le pareti della parte assorbente della stanza. Raccomando borchie 2"x6", fissandole direttamente ai perni delle pareti sottostanti con bulloni a scatto svasati. Inserire lana in fibra di vetro tra le borchie dal pavimento al soffitto. Quindi, rivestire il muro con un panno per la griglia di livello audio. Contattaci se hai bisogno di ulteriori spiegazioni. Con materiali comunemente disponibili e un piccolo sforzo, una stanza di dimensioni medie può essere trattata per diverse centinaia di dollari anziché diverse migliaia di dollari se si utilizzano componenti disponibili in commercio.

Un'alternativa: se l'estetica della stanza non consentirà un'installazione "live-end, dead-end" in piena regola, un'installazione parziale è meglio di niente. Per i casi hard-core in cui l'estetica domina totalmente, abbiamo sviluppato un dispositivo (SALLIE) che svolge un ottimo lavoro nel controllo dell'energia di back-back potenzialmente fastidiosa emanata da qualsiasi altoparlante a dipolo. SALLIE è piuttosto efficace e "lei" si nasconde dietro l'altoparlante per non disturbare l'arredamento della stanza. Fai conoscenza con SALLIE sulla nostra pagina degli accessori.

Finale: Armato di queste linee guida, dovresti essere in grado di rientrare facilmente in una disposizione accettabile di altoparlanti e posizioni di ascolto. Abbiamo scoperto che, come conseguenza della grande area acustica radiante e dell'ampia dispersione sonora non dipendente dalla frequenza dei nostri diffusori, trovare un set-up accettabile è relativamente facile.

Più che probabile, la prima posizione in cui collocherai i tuoi altoparlanti sarà accettabile. Questa sezione è dedicata all'ottimizzazione del suono nella tua stanza in cui hai posizionato i diffusori apportando semplici regolazioni. Se ci sono problemi insormontabili chiamaci e saremo più che lieti di aiutarti.