Riflessioni – Esempio

9 giugno 2017

MB

 

Nella figura che segue è riportato un esempio di valutazione delle riflessioni presenti in un ambiente.

 

La prima cosa da dire è che l’ambiente preso ad esempio ha comunque bisogno di essere trattato con una certa decisione per portare il T60 ai valori ottimali. L’assorbimento medio deve arrivare al 15 o al 20%.

L’ITG, con la disposizione scelta, è molto basso ed insufficiente.

La posizione dell’ascoltatore è prossima alla metà della lunghezza della stanza (dove c’è si trovano i ventri dei modi normali assiali) e andrebbe anche questa spostata.

In parole povere serve a poco analizzare le riflessioni causate da una disposizione che, di suo, non può dare i migliori risultati.

 

Per quanto riguarda le riflessioni si devono per prima cosa distinguere:

 

La riflessione dal pavimento

Che non ha effetto perché compensata dall’apparato uditivo

Le riflessioni che arrivano entro i primi 2 millisecondi

Che determinano la posizione della sorgente

Le altre riflessioni

Che soppono avere effetti sulla spazialità (spostando l’immagine) o sulla Texture

 

Le riflessioni, evidenziate in giallo nella tabella, ricadono entro i primi 2 milli secondi e quindi partecipano alla localizzazione della sorgente. Tutte le altre ricadono nella zona che influisce sulla spazialità. Il raggio L2 subisce 3 riflessioni prima di arrivare al punto di ascolto. In un ambiente normalmente arredato questo raggio dovrebbe essere almeno parzialmente diffuso e giungere al punto di ascolto almeno parzialmente non correlato con il suono diretto.

 

Andrebbe valutata la possibilità di disporre i diffusori in modo asimmetrico.

 

 

Nella figura qui a sinistra i diffusori sono disposti lungo una linea a 45° rispetto alle pareti.

 

Il materiale assorbente attenua le prime riflessioni laterali e deve essere efficace già a 500 Hz.

 

Il diffusore sinistro è prossimo alla metà della parete corta ed attenua il primo modo assiale a 34 Hz circa. Il diffusore destro è prossimo ad un terzo della parete lunga e attenua il modo a 53 Hz circa.