Soundstage
30 marzo 2019
MB


Scena acustica o Soundstage :
(Ing Roberto Giussani) Tutto lo "spazio acustico" che si trova intorno all’ascoltatore, principalmente davanti a lui. Tutto il volume percepito come occupato da sorgenti acustiche reali, virtuali (ad esempio sorgenti riflesse) e fantasma (che esistono solo nella testa di chi ascolta, come ad esempio l’immagine centrale che si ottiene in un sistema stereofonico alimentato con un segnale monofonico, come pure la percezione di sorgenti inesistenti ricreate da complessi fenomeni psicoacustici).

- Durante l’ascolto dal vivo: Le sorgenti prevalenti sono quelle reali.
- Durante l’ascolto di un sistema stereofonico o Dolby Surround: Le sorgenti prevalenti, nei migliori sistemi hifi, sono le virtuali e le fantasma.

La scena acustica riprodotta e percepita varia al variare del tipo di sistemi di trasduzione, della loro forma e dimensioni, delle loro caratteristiche di emissione, della loro risposta all’impulso, dell’ambiente, dell’ascoltatore, della sua posizione, della sua esperienza d’ascolto di suono reale e/o riprodotto, della sua situazione fisica/psicologica al momento del particolare ascolto.
Normalmente si conviene che la scena acustica possa essere caratterizzata da una ampiezza (più o meno stabile), una altezza (spesso molto aleatoria) ed una profondità, entro la quale i vari piani sonori possono essere più o meno facilmente distinguibili.