Il vuoto ed il nulla

11 giugno 2017

MB

 

La coppia (essere, non_essere) è complementare. Ne segue che, tra essere e non_essere, non c’è una “terza via” o un terzo stato da cui il Principio di Non Contraddizione ed il Teorema del Terzo Escluso.

Appena una cosa è diversa da “non essere” diventa “essere”. Appena una cosa è diversa da “essere” diventa “non essere”. L’unione dell’insieme degli enti che “sono” con l’insieme degli enti che “non sono” dà il tutto.

 

Il concetto di vuoto è stato introdotto da Leucippo (maestro di Democrito) come complementare della materia (atomo). Leucippo, senza saperlo, aveva riconosciuto il vuoto fisico. Leucippo sostituisce il non_essere con il vuoto fisico ovvero lo spazio dove si muove la materia e avvengono i fenomeni fisici.

 

Ci sono più tipi di vuoto e di nulla:

 

il nulla

Prendiamo tutto l’Universo.

-          togliamo tutta la materia, la materia oscura e l’energia oscura

-          togliamo la radiazione elettromagnetica

-          togliamo lo spazio

-          togliamo il tempo (secondo Eistein tolto lo spazio sparisce anche il tempo)

resta il nulla (che, secondo Parmanide, non_è) . 

 

null in informatica

trasforma un ente che esiste in un ente che non esiste

scrivendo a = null    ->  si sopprime l’esistenza di a

prima di  a = null , a esiste

dopo      a = null , a non esiste

in ogni caso l’ente identificato dalla lettera a, secondo Parmenide, è (ha un nome)

 

empty in informatica

significa che una variabile esiste ma non è stata inizializzata (non è associata ad alcun valore): è vuota (void o empty).

 

il vuoto geometrico

è uno spazio che può essere riempito: è un volume.

L’interno e l’esterno di una superficie geometrica chiusa sono vuoti

il vuoto geometrico è omogeneo ed isotropo

Per esempio prendiamo una scatola: dentro alla scatola c’è spazio, fuori dalla scatola c’è spazio, le pareti della scatola occupano spazio.

 

il vuoto fisico

è un vuoto geometrico con delle proprietà fisiche misurabili.

(costante dielettrica e permeabilità magnetica) che determinano la velocità della luce.

 

Il vuoto fisico, in assenza di materia, è omogeneo ed isotropo. Da queste qualità si deducono la conservazione dell’energia, della quantità di moto e del momento angolare.

 

il vuoto fisico è dotato di proprietà (qualia primari, variabili di stato).

il vuoto fisico, a livello quantistico, contiene anche una piccola quantità di energia (energia del vuoto). Tale energia fluttua nei limiti concessi dal Principio di Heisemberg.

 

lo zero

Lo zero è l’elemento neutro rispetto alla somma.

La moltiplicazione di un numero per zero dà sempre come risultato zero .

Lo zero era noto ai Greci ma non veniva rappresentato. Il simbolo dello zero, non il concetto di zero, è stato introdotto più tardi (forse ad Alessandria)

 

l’insieme vuoto

è un insieme privo di elementi, esiste come insieme ed è sottoinsieme di qualsiasi insieme.